Federugby.it

Sito Ufficiale Federazione Italiana Rugby
  1. RENAULT ITALIA NUOVO SPONSOR DELLA FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY

    FIR Renault 13

    A conferma del DNA sportivo distintivo della Marca, Renault annuncia una nuova importante partnership che la vede al fianco della Federazione Italiana Rugby, in qualità di sponsor ufficiale della Nazionale Italiana di Rugby.

    La Federazione Italiana Rugby e Renault Italia hanno siglato un accordo che attribuisce, alla Marca della Losanga, la qualifica di sponsor ufficiale della Nazionale Italiana di Rugby. La partnership si fonda sulla condivisione dello stesso universo valoriale appartenente allo sport del rugby e alla Marca transalpina.

  2. BRUNO ANDRES DOGLIOLI INTERDETTO PER TRE ANNI DA OGNI ATTIVITA' FEDERALE

    ITALY FIR logo def R Copia in conflitto di Andrea Cimbrico 2 2016-05-02Roma – Il tesserato della Società Rangers Rugby Vicenza Bruno Andres Doglioli è stato interdetto per tre anni da ogni forma di attività federale dal Giudice Sportivo della Federazione Italiana Rugby, Marco Cordelli, a seguito dell’incidente di gioco che in occasione del match di Serie A tra Valsugana Padova e Rangers Rugby Vicenza disputato domenica scorsa lo ha visto protagonista di un deliberato atto di violenza nei confronti del direttore di gara, Maria Beatrice Benvenuti.

    La Federazione Italiana Rugby desidera ribadire come, nel comminare la pena – la più alta inflitta nell’ultimo ventennio – sia stato applicato un principio di tolleranza zero nei confronti di un tesserato venuto meno non solo al regolamento di gioco ma, soprattutto, ai valori fondanti del nostro sport.

    Il gesto del tesserato dei Rangers Rugby Vicenza è inaccettabile nei confronti del direttore di gara e della persona e la sanzione adottata ribadisce la ferma posizione di FIR nei confronti di chi abusa, verbalmente o fisicamente, degli ufficiali di gara.

    CLICCA QUI PER IL DISPOSITIVO DEL GIUDICE SPORTIVO

  3. SELEZIONE ACCADEMIA, SCONFITTA 25-17 CONTRO LA FRANCIA U18 NELL'ULTIMA GIORNATA DELL'U18 SERIES

    FIR logo def RCape Town (RSA)- Termina con una sconfitta il cammino della Selezione Accademia all'Under 18 Series in Sudafrica. Dopo le sconfitte contro il Sudafrica School A all'esordio e il Galles Under 18, la formazione guidata da Fabio Roselli si è arresa 25-17 alla Francia Under 18.

    In un match caratterizzato dalle forti raffiche di vento, gli Azzurrini riescono subito a sbloccare il match con un calcio piazzato di Dal Zilio al 1'. La Francia non resta a guardare e con una meta di Tauzin al 9' si porta avanti sul 5-3. Dopo un giallo a Bronzini al 17', i transalpini ne approfittano per allungare sul 10-3 con una meta di Maxime un minuto più tardi. Al 22' la formazione allenata da Boher resta in inferiorità numerica a causa di un duro intervento di Pesenti su Cosi e gli Azzurrini non sfruttano subito la superiorità numerica per centrare il pareggio con una meta di Leveratto trasformata da Dal Zilio. Pochi minuti più tardi gli uomini di Roselli mettono la freccia per il sorpasso con una meta di Ceciliani trasformata da Dal Zilio che vale il 17-10 all'intervallo.

    Alla ripresa delle ostilità i francesi accorciano le distanze con una calcio piazzato di Romera al 44' che vale il 17-13 parziale. Gli Azzurrini tengono bene il campo, ma al 68' la Francia va in meta e centra il sorpasso a dodici minuti dalla fine. Al 75' Megdoud mette il punto esclamativo sulla partita con una meta, fermando il risultato sul 25-17 in favore dei suoi.

     

    Cape Town, City Park Stadium, sabato 15 agosto

    Under 18 Series, III giornata

    Francia U18 v Selezione Accademia 25-17

    Marcatori Azzurri: p.t. 1' Dal Zilio cp (0-3); 25' Leveratto m. Dal Zilio tr. (10-10); 29' Ceciliani m. Dal Zilio tr. (10-17)

    Francia U18: Buros; Tauzin, Millet, Tolofua (cap.), Megdoud; Maxime, Romera; Pesenti, Ndiaye, Kornath; Capelli, Revert; Commenge, Mauvaka, Correa.

    all. Boher

    Selezione Accademia: Pagliarini (15' s.t. Pezzano); Fontana, Bronzini, Mori (14' s.t. Dho), Leveratto; Dal Zilio, Lucchin; Licata (5' s.t. Orso), Mordacci (cap.), Cosi; Baldino, Morona; Gravilita, Ceciliani (19' s.t. Rollero), Braggie' (1' s.t. Borean).

    all. Roselli

    arb. Stephan Geldenhuys

    Cartellini: 17' p.t. cartellino giallo a Bronzini (Selezione Accademia); 22' p.t. Cartellino rosso a Pesenti (Francia U18)

  4. MONDIALI U 20, A CREMONA I BABY BLACKS SALGONO SUL TETTO DEL MONDO

     

     MPR8318 celebratingCremona - Il World Rugby U20 Championship chiude i battenti con le finali di Cremona ed emette i suoi verdetti.

    Con cinque finali vinte su cinque disputate in otto edizioni del Mondiale U20, la Nuova Zelanda si laurea Campione del Mondo, battendo l’Inghilterra detentrice del titolo 21 a 16.

    È stato un match entusiasmante quello che si è disputato allo stadio “Zini” di Cremona aperto e chiuso con la Haka della vittoria dei Baby Blacks che, comunque, hanno dovuto faticare non poco per avere ragione della nazionale della Rosa. Gli inglesi, cui non è riuscita l’impresa di portare a casa il trofeo per la terza volta consecutiva, sono stati abili ad imbrigliare la potenza esplosiva della star dei “tutti neri”, l’ala Tevita Li che non ha incrementato il record di mete segnate (13 in due edizioni del Campionato), ma nulla hanno potuto quando, nella seconda frazione di gioco, i neozelandesi hanno iniziato a spingere il piede sull’acceleratore. Alla fine il computo delle mete, due a una, è sicuramente esiguo, ma la precisione nei calci dei Baby Blacks ha fatto la differenza instradando il trofeo verso emisfero Sud del globo.

    Con questo titolo la Nuova Zelanda allunga il passo sulle altre nazioni con cinque trofei vinti contro i due degli inglesi e uno andato al Sudafrica.

    Nella giornata conclusiva si sono giocate anche le altre gare che hanno definito la classifica finale del Mondiale U20.

    Sarà Samoa a disputare nel 2016 il World Rugby U20 Trophy dopo aver perso il match che assegnava l’ultimo posto nell’élite del rugby mondiale. Ad aggiudicarselo, come accadde nel 2011 contro un’altra squadra del Pacifico (Tonga), è stata l’Italia a vincere in un match sofferto fino alla fine (20-19), con gli isolani che avrebbero potuto ribaltare il risultato con un calcio dalla piazzola in chiusura di partita.

    Sono state alcune disattenzioni a non permettere al Giappone di agguantare il nono posto, che invece è andato all’Argentina (38-21), autrice di un ottimo secondo tempo e che le ha permesso di portare a casa il risultato contro i nipponici.

    Al settimo posto si è classificata l’Irlanda che con il punteggio di 17 a 9, nel match giocato alle 13 allo “Zaffanella” di Viadana, ha avuto la meglio sulla Scozia.

    Sempre a Viadana, l’Australia è riuscita a conquistare il quinto posto ai danni del Galles, battendo i Dragoni 28 a 23 e mantenendo la promessa fatta dal proprio allenatore pochi giorni fa di voler vincere la quarta partita su cinque disputate in questo Mondiale.

    31 a 18 è stato invece lo score della “finalina” per terzo e quarto posto che si è disputata allo stadio “Zini” di Cremona e con il quale il Sudafrica ha chiuso il suo Mondiale sul gradino più basso del podio, battendo la Francia che, comunque, ha eguagliato il suo miglior risultato da quando si disputa il Mondiale U20.

    Appuntamento per il 2016 in Inghilterra, a Manchester, sede del prossimo World Rugby U20 Championship.

    Questi i risultati dell’ultima giornata e la classifica finale del World Rugby U20 Championship “Italia 2015”.

    Argentina v Giappone 38-21
    Irlanda v Scozia 17-9
    Galles v Australia 23-28
    Italia v Samoa 20-19
    Francia v Sudafrica 18-31
    Nuova Zelanda v Inghilterra 21-16

    CLASSIFICA FINALE
    1 – Nuova Zelanda
    2 – Inghilterra
    3 – Sudafrica
    4 – Francia
    5 – Australia
    6 – Galles
    7 – Irlanda
    8 – Scozia
    9 – Argentina
    10 – Giappone
    11 – Italia
    12 – Samoa

    CLICCA QUI PER I RISULTATI E I TABELLINI DI TUTTI I MATCH

     

  5. CARLO DEL FAVA: “MANTENIAMO IL RUGBY PULITO”

    delfavaL’EX AZZURRO VEICOLA IL MESSAGGIO MONDIALE AD AZZURRINI E BABY BOKS

    Brescia – Carlo Del Fava, 54 caps con l’Italrugby tra il 2004 ed il 2011, è uno dei commentatori tecnici scelti da World Rugby per raccontare il Mondiale U20 italiano in tutto il mondo sul segnale internazionale.

    L’ex internazionale azzurro e Barbarians, ritiratosi nell’inverno del 2014 dopo aver indossato le maglie di Rugby Parma, Bourgoin, Ulster, Viadana, Aironi e Newcastle Falcons, non si è limitato a vivere la rassegna iridata giovanile dietro al microfono ma, insieme alla federazione internazionale ed alla FIR, si è calato nei panni dell’educatore: insieme all’italiana Ilaria Baudo, Anti Doping Manager di World Rugby,  l’ex seconda linea italo-sudafricano ha incontrato gli Azzurrini ed i Junior Springboks in vista del “Keep Rugby Clean Day” di ieri, sensibilizzandoli sulle implicazioni morali e sui rischi per la salute legati all’utilizzo di sostante illecite.

  6. Gli Springbok tra continuità e rinnovo per il Castle Lager Outgoing Tour

     

    SA New Logo12Roma - Cinque nuovi arrivati ​​e due vecchie conoscenze sono stati aggiunti alla mischia degli SpringBoks  che ha disputato il Castle Lager Rugby Championship, i selezionatori della Nazionale Sudafricana hanno optato per una scelta di continuità, ricompensando la migliore forma di alcuni  giocatori per la squadra composta da 36 elementi che il prossimo mese affronterà il tour dell’Emisfero Boreale.

    Ventinove dei 36 giocatori chiamati per il Castle Lager Outgoing Tour sono parte della squadra che ha disputato il Rugby Championship. Ad essi si affiancheranno al loro esordio assoluto Robbie Coetzee, Julian Redelinghuys, Nizaam Carr, Jaco Kriel e Seabelo Senatla, mentre Coenie Oosthuizen e Johan Goosen sono stati richiamati dal coach per il Tour.

    "E 'meraviglioso avere questo tipo di continuità nella mia selezione, mentre i cinque esordienti in rosa sono stati tutti premiati per forma superba che hanno avuto per tutta la stagione," ha dichiarato il tecnico Springbok Heyneke Meyer.

  7. NAZIONALE EMERGENTI: CONVOCATO ANDREA BALSEMIN DELLE FIAMME ORO RUGBY

    logo_italiaaRoma – Per il raduno di preparazione all’attività internazionale 2012-2013 della Nazionale Emergenti, che si terrà presso gli impianti sportivi “Moletolo” di Parma dall’11 al 15 novembre, il tecnico Andrea Sgorlon ha convocato 26 giocatori. Del gruppo, oltre all’apertura cremisi Carlo Canna, farà parte anche Andrea Balsemin, 3^ linea da quest’anno alle Fiamme Oro Rugby. La “Emergenti” concluderà il raduno con un match contro gli Azzurrini della Under 20, anche loro presenti nella struttura nello stesso periodo, per uno stage di preparazione.

  8. COPPA MARIO LODIGIANI. UNDER 18 E 16. RISULTATI TERZA GIORNATA

    Si è giocata la terza giornata della Coppa “Mario Lodigiani” categorie Under 18 e Under 16. Questi i risultati.

    Under 18 – Girone 1 – III giornata – 15.05.11

    Petrarca Rugby Junior - Rugby Viadana 13 – 07 (4-1)
    Cammi Calvisano - Mogliano Rugby   inizio ore 18.30

    Classifica:Petrarca Padova Junior punti 13; Rugby Viadana punti 10; Mogliano Rugby punti 1; Rugby Calvisano punti 0.

    Under 18 – Girone 2 – III giornata – 15.05.11

    Amatori Parma Rugby - Unione Rugby Sannio   29 – 07 (5-0)
    Unione Rugby Capitolina – Cosmo Rugby Reggio 30 – 15 (5-0)

    Classifica: Amatori Parma Rugby punti 14; Unione Rugby Capitolina punti 10; Cosmo Haus Reggio punti 4; Unione Rugby Sannio punti 1.


    CAMPIONATO UNDER 16

    Under 16 – Girone 1 – III giornata – 15.05.11

    Genova Rugby – Rugby Rovigo Junior   10 – 24 (0-5)
    Petrarca Rugby Junior - Rugby Milano   24 – 07 (5-0)

    Classifica: Petrarca Padova Junior punti 13; Rugby Rovigo Junior punti 10; Asd Milano punti 5; Cus Genova 0.

     Under 16 – Girone 2 – III giornata – 15.05.11

    Unione Rugby Capitolina - Rugby Parma 1931 Junior   15 – 03 (4-0)
    Rugby Academy – Futura Park Rugby Roma   07 – 08 (1-4)

     Classifica: Rugby Roma Olimpic e Unione Rugby Capitolina punti 10; Academy Rugby punti 9; Parma Rugby Junior punti 2.

  9. SERIE A FEMMINILE, I RISULTATI DELLA SESTA GIORNATA

    La sesta giornata del campionato di Serie A femminile ha visto la Benetton Treviso vincere a Monza per 5-3. Bene il Riviera che in casa centra il successo per 23-00 con bonus mete.
    Nel girone a il Colorno raggiunge la Red&Blu in vetta alla classifica.


    Serie A Femminile – Girone A – VI giornata – 28.11.10 – ore 14.30

    Sitam Riviera del Brenta - Valsugana Padova  23 – 00 (5-0)
    Rugby Monza - Benetton Treviso   03 – 05  (1-4)

    Riposa: Mustang Rugby Pesaro

    Classifica: Benetton Treviso punti 23, Monza punti 15; Sitam Riviera del Brenta punti 13,  Valsugana Padova punti 4,  Mustang Rugby punti 1.

    ^^^Riviera del Brenta 4 (quattro) punti di penalizzazione.

    Prossimo turno  12 dicembre 2010
    Mustang Rugby Pesaro – Monza Rugby;  Benetton Treviso – Sitam Riviera del Brenta. Riposa: Valsugana Padova.

     


    Serie A Femminile – Girone B – VI giornata – 28.11.10 – ore 14.30

    ASD Taurinia Rugby - Rugby Colorno FC   00 – 22 (0-5)
    US Rugby Benevento - CFFS Cogoleto  non disputata per mancato arrivo del Cogoleto

    Riposa: Red&Blu Rugby

    Classifica: Red&Blu Rugby e Rugby Colorno punti 20, US Rugby Benevento punti 10, ASD Taurinia Rugby punti 1, CFFS Cogoleto punti 0

    ****Taurina Rugby 4 (quattro) punti di penalizzazione

    Prossimo turno 12 dicembre 2010
    Red&Blu Rugby – Benevento Rugby; Cogoleto – Taurina Rugby; Riposa: Colorno

  10. ACCADEMIA ARBITRALE, CONCLUSO IL SECONDO RADUNO

    Presso il Centro di Preparazione Olimpica di Tirrenia si è concluso il secondo incontro con i giovani prescelti a frequentare l’Accademia Arbitrale per la stagione sportiva 2009 / 2010.

    Le undici promesse di età compresa tra i 20 e i 26 anni si stanno formando sia dal punto regolamentare che fisico e tecnico con incontri mensili dal mercoledì al sabato con il contributo didattico di Rossano Faccioli e la collaborazione di Maurizio Vancini, componente la C. N. Ar. .

    Ad ogni raduno collegiale sono sottoposti sia a test fisici che di regolamento, visionano filmati di gare da loro dirette, e si esercitano praticamente sul campo e alcune lezioni si svolgono con interventi mirati in lingua inglese.

    Due di essi, Liperini e Franzoi hanno già diretto gare del Campionato di serie A, per gli altri la crescita sta avvenendo attraverso gare di attività Nazionali o del proprio Comitato Regionale.

    Il prossimo appuntamento sarà previsto per l’ultimo fine settimana di Gennaio 2010.

Informazioni aggiuntive